Il team

cely_tym

Ondřej VildIMG_6161

Nonostante sia biologo di professione – dottorando in botanica e co-fondatore di FlowerChecker – la musica è sempre stata la sua passione. Ondřej suona il piano da quando era bambino e ama suonarlo ancora adesso.
Entusiasta all’idea di Piána na ulici (Pianoforti di strada), si è aggiunto a Pavla e Martina nell’estate del 2013 e ha iniziato a cercare pianoforti per Brno… Al momento è il principale manager del team e si prende cura dell’aspetto tecnico dei pianoforti.

Pavpavlala Lukešová

Pavla lesse l’articolo su Piána na ulici, il progetto di Ondřej Kobza, su Facebook nell’estate del 2013. Immediatamente decise di fare qualcosa di simile a Brno. Da pianista entusiasta, pensava da tempo di usare pianoforti di strada per suonare perchè non possiede un pianoforte.

Dopo aver parlato con Martina, creò la pagina facebook Klavíry pro Brno, contattò i media e trovò il primo pianoforte (da Ondřej).
Da quel momento, Pavla fa tutto ciò che c’è bisogno di fare.

Vladimír Vedra

Vlada

Sebbene ammiri il talento delle persone che suonano il piano, Vladimír non è pianista a sua volta. Nonostante ciò, contribuisce con le sue altre abilità all’idea dei pianoforti di strada nel centro di Brno. Quando vide questa stessa idea in pratica nelle strade di Londra, si è entusiasmato. Quando scoprì che un gruppo di persone stavano organizzando un simile progetto a Brno, decise che non poteva non partecipare. Il team può sempre aver bisogno di un avvocato e di qualcuno che possa dare una mano a spostare pianoforti, no?

martinaMartina Dobrovolná

Brno può essere spesso tediosa e affaticante, che sia per il suo spirito di massa o per la sua velocità. Trovo che i pianoforti di strada sono un modo per fermarsi a pensare. Per passare da una modalità automatica ad una più creativa. Per entrare in un mondo più poetico, che solitamente evade dalla mente delle persone piene di doveri e impulsi, e dal trambusto della città.
Quando Pavla mi contattò alla fine dell’estate 2013, creammo inizialmente una pagina facebook. Pensavo: “Perchè non provare?”, ma non avevo idea che il pubblico l’avrebbe apprezzata così tanto. Da quel momento in poi il progetto funziona senza intoppi.